Notizie‎ > ‎

Mozione Approvata dal Consiglio degli Studenti nella seduta del 25 novembre 2010

pubblicato 26 nov 2010, 10:46 da Utente sconosciuto   [ aggiornato il 27 feb 2013, 04:52 da Mauro Zuccolo ]
Il Consiglio degli Studenti dell’Università degli Studi di Trieste, viste le
graduatorie definitive per l’assegnazione delle borse di Studio dell’Erdisu per
l’anno accademico 2010-2011, pubblicate dall’Ente lo scorso giovedì 18 novembre
2010, prende atto che gli studenti riconosciuti, per merito e condizione
economica, idonei a ricevere tale borsa si attestano sulle 2200 unità mentre
coloro che beneficeranno di tale borsa sono solamente 1100 studenti.

Il Consiglio constata, con dispiacere e preoccupazione, il fatto che, con tale
assegnazione, si pone fine alla virtuosa condizione di piena copertura degli
studenti idonei, che contraddistingueva questa regione, esempio più unico che
raro nel panorama universitario italiano.

Il Consiglio ritiene che la causa della sopra descritta situazione siano i
tagli di particolare gravità, perché indeboliscono la risposta da parte delle
Istituzioni ai doveri costituzionali di Solidarietà e di garanzia del Diritto
allo Studio, e mettono in crisi le linee d’azione attualmente in essere per la
valorizzazione del Merito, principio all’ordine del giorno in ogni discussione
concernente l’Università; non è pertanto accettabile una linea politica per l’
Istruzione e la Ricerca che vada ad incidere direttamente sul sostentamento di
nostri colleghi per cui la borsa di studio è uno strumento indispensabile per
il proseguo della carriera universitaria.

Il Consiglio esprime vicinanza e sostegno agli studenti che non hanno ottenuto
il beneficio di cui hanno diritto, e quelli che si mobilitino, in forma
pacifica e nel rispetto delle leggi, per dimostrare le proprie ragioni, in
particolare nell’indirizzo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,
istituzione che per legge detiene la funzione di erogazione dei contributi per
il Diritto allo Studio.

Il Consiglio degli studenti di Trieste chiede, pertanto, all’Assessore
regionale all'istruzione, università, ricerca, famiglia, associazionismo e
cooperazione, al Consiglio regionale e al Presidente della Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia:

- di spiegare le ragioni che hanno portato l’amministrazione regionale a
ridurre la portata dei contributi alle borse di studio dell’Erdisu

- di garantire i fondi per il diritto allo studio almeno in eguale misura ai
fondi erogati per l’anno 2009/2010.
Comments